martedì, maggio 08, 2007

Primavera estate 2007 tempo di rinascere


Mia madre mi diceva sempre quando ero piccolo “…se le cose le devi fare falle bene e fino in fondo, altrimenti che le fai a fare?”. Io la prendevo in parola e quindi preferivo non fare. Che poi in verità vi dico che mia madre una cosa del genere non la diceva mai, anzi quello che Lei mi diceva sempre era “…ricordati che l’uguaglianza non esiste!”, che è come dire che non è vero che siamo tutti uguali, che non è vero che abbiamo tutti i stessi diritti e che nulla ci è dovuto. Fu allora che conobbi il significato della parola utopia. Che poi mia madre è stata sempre una persona estremamente mite (e anche un po’ pigra). Ed è vedendo negli anni la sua pelle marcire e il suo rancore fermentare, per il tempo che scorre, per le occasioni mancate, per i sogni dimenticati, che ne ho colto il significato. Credo ora che il suo discorso si possa riassumere in una sola parola: meritocrazia. Nella quale non sono poi tanto convinto e perché a differenza di mia madre sono convinto che in fondo, qualcosa, sia davvero dovuta, così, a priori.

Che poi io la pigrizia invece me la sono ereditata tutta e quindi in verità vi dico che pur essendo un gran lavoratore pecco di continuità e non è il senso del dovere che mi spinge a lavorare bensì il senso della fame. Ne deduco quindi che, secondo certi canoni di valutazioni io sarei un fannullone buono a nulla e se la meritocrazia fosse una legge penso che sarei in galera. Che poi lo è davvero, ma è una legge universale, che non ha nulla in comune con le valutazioni dette prima. E' qualcosa tipo “quello che semini raccogli” o “la merda viene sempre a galla”…
L’altro giorno ho raccolto una spiga di grano alla stazione di Stella Polare dopo aver passato una mattinata in questura per ritirare il nuovo permesso di soggiorno. Che poi non era mica una spiga di grano ma fa lo stesso. Insomma la stacco e la porto con me a Roma. E mentre attraverso il biondo Tevere decido di combinare un matrimonio, per poter rinascere, come i due sanguinari assassini in Natural Born Killer. Ho preso la spiga, simbolo della vita, e lo gettata nelle acque torbide del fiume dal centro del ponte dell’Industria. Speravo di rinascere un po’ meno pigro e con qualche altra cosetta di poco conto, solo che a metà volo ci ho ripensato e ho espresso un altro desiderio in fretta e furia prima che la spiga, lanciata come una freccia, toccasse il pelo dell’acqua. C’è stata della confusione insomma. Il matrimonio non si è fatto e lo dicevo io che le cose le devi fare bene e fino in fondo.

15 commenti:

Casa Russia ha detto...

Ciao ciao Danda! La tecnologia non mi ha mai amato, nonostante io ami lei. Il più delle volte è così, quando io si l'altri no e viceversa. Comunque il mio accesso al blog diventa sempre più complicato, ogni tanto mi permette una sbirciatina ma difficilmente mi permette altro. Mah... Però tanto sparito non lo sono, dai.

danDapit ha detto...

Ma ti pare che apro i commenti, e ne trovo uno indirizzato a me??
Come se tu avessi saputo che tanto sarei passata? Ieri????
A volte ripasso dopo qualche giorno!!
(A volte non è facile passare di
blog in blog, stanno diventando tanti!!)

Bè, colpita e affondata!
Quindi, che vuoi dire? Che non riesci a passare da me??
Ma come, c'è il tea là sul tavolo che ti aspetta fumante, e i biscottini e le fette di dolce...
Si raffredda tutto, si secca il dolce, diventano stantii i biscottini!!
^___^

Riguardo al contenuto del post:
la meritocrazia come concetto è orribile!!
Però è assolutamente vero che ciò che semini raccogli!
"Pensieri, parole ed azioni" sono i semi che lasciamo cadere nella vita, e da cui nasce ciò che abbiamo, come frutto, nella vita!
E' una legge universale, non dei singoli Governi!

Spero che il desiderio legato alla spiga si avveri!
In quanto a rinascere, puoi farlo ad ogni attimo: è nell'istante di ora che puoi decidere!!
;o]
Un bacione!

Casa Russia ha detto...

Per il desiderio non credo di avere grande successo. Il problema è che penso troppo in grande. La concuista del mondo ti sembra una cosa fattibile con un solo desiderio? Ce ne vojono almeno tre, cribbio.
Comunque credo che in parte abbia funzionato, il mio problema al blog si è riparato da solo. Oibò.

Anonimo ha detto...

Sono 4 ora i commenti al tuo post!
Ti ho letto da Dandapit ed ero curiosa di leggere i pensieri di questo tipo un pò atipico che dice quello che pensa senza tanti giri di parole!
Io a prima impressione spero invece che la spiga gettata nel tevere non abbia cambiato nulla di te perchè mi piaci cosi' come ti leggo:non aggiungerei e non toglierei una virgola!!!
Buona giornata e scusa l'intrusione :-P
Mara.

danDapit ha detto...

Ola Grig!
Mi rispondesti????
Ma allora qualcosa accadde dopo la spiga!!...E pure il blog che ora ti funziona!!!
Anche a me è accaduta una sorpresa entrando ora nel tuo blog! Prima non mi si visualizzava l'immagine che avevi postato, ora sì!
Campo di spighe....

Penso che Mara non debba scusarsi per l'intrusione, no?
Forza, forza, siamo già a 5!!!

^___^

(forse sono io che mi introduco fin troppo!!! uh, oh!)

(Gradito il tea con i pasticcini??)

bak ha detto...

Caro Grex, viva le spighe e abbasso il grano ...
Per il matrimonio è troppo presto

O<-<

ASSU ha detto...

Epperchémai?
Perché la meritocrazia è una tale oscenità? Perché chi fa non deve raccogliere il giusto?
Cazzo! C'è già la realtà a fottere chi merita e chi fa, perché dobbiamo anche annullare l'effetto di un pensiero? Un pensiero che si allarga alla concretizzazione di ciò che siamo. Sognare lontane isole che non esistono. A che serve se non si prova a salpare? A che serve restare pigramente ad attendere che il nemico passi già cadavere trascinato dalla corrente del fiume?
Probabilmente ciò che è disgustoso è l'arbitrarietà con la quale questo concetto è stato proposto una volta che se ne è appropriato il sistema politico. Ma il pensiero meritocratico? perché è osceno?

danDapit ha detto...

Ciao!! Posso prender parola? e dare la mia risposta ad
Assu,
benchè io sia ospite?
Permesso accordato, grazie!

E' l'idea che le cose che ricevi tu le possa ricevere solo in base a dei meriti -SE le meriti- che non mi piace!
Chi stabilisce, e come, IL MERITO?
E poi, al pari dell'esistenza del concetto del "meritare" dopo che hai fatto/dato/ti sei sacrificato/hai adulato a sufficienza... o altro... esiste in parallelo il concetto che, se nella tua vita arriva qualcosa di spiacevole PROBABILMENTE TE LO SEI MERITATO!!!
E quest'idea è a dir poco orripilante!

Celato dietro alle quinte del concetto di "Merito" c'è un "giudizio": un giudizio umano fallibile, a volte ingiusto, arbitrario!

Il "Raccogliere ciò che si è seminato" esprime altro...
In questo caso Arbitri della nostra vita siamo Noi, oltre che pienamente responsabili di seminare ciò che vogliamo vedere nascere!

(scusate l'intromissione... Ma Grig SE LA MERITA! perchè non risponde!!! ^___^)

Ciao Grig... Ciao Assu!

Casa Russia ha detto...

Quando eravamo piccoli capitava che qualcosa ci era negato perchè non se lo era meritato. L'adulto tracciava una linea immaginaria la quale era al di sopra di quella che tracciano i bambini. Si obbedisce per sottomissione ma rimane una sensazione di ingiustizia. Chi altri a voi poteva saper quanto abbiate realmente faticato per ottenerla. Fra gli adulti è la stessa cosa, ognuno ha una soglia differente. La meritocrazia quindi è un concetto molto soggettivo.
Riesco pienamente ad immaginarla in un mondo dove l'uomo vive sulle palafitte e per vivere deve cacciare pescare o coltivare la terra, nel mondo d'oggi, sappiamo benissimo che la meritocrazia è come la fortuna, talvolta ha gli occhi bendati, talvolta no e mai mentre guarda te.
Chissà perchè di meritocrazia oltre che da mia madre ne ho sentito parlare solo da quei piccoli imprenditori dei miei presenti e passati datori di lavoro. Datori di lavoro in nero, senza sicurezza senza diritti, sfruttato nello stipendio e nella dignità. Loro girano col BMW, a me hanno rubato la bici e non ho i soldi per una nuova.
La meritocrazia sta quindi nel fatto che io sia semplicemente una persona serena. Questo è il mio guadagno, ma si parla di concetti totalmente differenti a quello che la vita di oggi ci fa immaginare di fronte alla meritocrazia. E quindi la parola stessa perde di significato.
ps: a dispetto di chi dice che non rispondo... scherzo danda

danDapit ha detto...

Lo so che scherzi...Grig!
Caspita!!!
La bici è andata???????
NOOOO!!!
Mi dispiace! Mi dispiace proprio!
Ci vuole un regalo, una bella bici nuova nuova!
Perchè non provi ad utilizzare il metodo di Bak, mescolato al Sutra del Loto?
Desidera intensamente una bici nuova...
..........
.....
...
baci!

lucia ha detto...

ciao,
di blog in blog, come ape del web, giungo qui da te.
Il letargo non dura che qualche mese, ci rigenera mente e corpo. Ci aiuta a meditare, maturare, e ci prepara alla nuova stagione.
E' ora di sbocciare però, uscire. E' tempo di nuovi inizi. E' tempo di fare le cose fino in fondo...
Beviamoci una tazza di guaranà e mettiamoci al lavoro.
Un saluto bolognese

Casa Russia ha detto...

Cara DAnda la cosa la vedo moto difficile... Sono stato anddirittura alla snia dai critical mass per farmi la bici (quasi) gratis ma bisogna aspettare una cifra. uffa. la vedo difficile, come consigli tu io intanto continuo a sperare!
CAra Lucia, ti rispondo con in mano la mia solita tazza di thè bollente della mattina. Cioè un attimo dopo il risveglio dal mio letargo quotidiano.
E per risponderti voglio utilizzare una barzelletta come metafora. Non è polemica però magari aiuta a capire lo stato d'autoironia col quale mi flagello:
ci sono 3 amici fattoni che decidono di fare una rapina in banca. Il primo fattone (quello che si fa di coca) comincia a puntare le dita in tutte le direzioni sparando e gridando "ahh entriamo dentro bum bum! io prendo sparo a tutti, bum bum! quelli si cagano sotto e cce danno tutti li sordi!!!"
Il secondo amico fattone (quello che si fa di funghetti) replica allora con gli occhi stralunati e la voce tremolante "...ma no, cosa caspita dici? no no, entriamo dentro il faccio una magiaaaa e tutti ci danno i soldi di loro spontanea volontà!!"
Allora il terzo amico fattone (quello che si fa le bombe) con aria rassegnata e un poco intontita prende voce e dice "...a regà, ma perchè non lo facciamo domani?

Ora capire quale dei tre amici sono io non è difficile ma ti ringrazio profondamente per gli auguri bolognesi (a bologna ho lasciato se non un pezzo di cuore di sicuro uno di cervello anni fa).

cervello
fa
...gri

danDapit ha detto...

..E io rompo!
Non capisco cosa dice il secondo amico fattone entrando in Banca, ovvero come li costringe a dare i soldi:
"no no, entriamo dentro il faccio una magiaaaa"
IL FACCIO UNA MANGIAAA ..?
forse manca qualcosa, e la frase viene fuori così, ma non capisco cosa devo aggiungere per CAPIRE!

Comunque, tu ti autoflaggellerai pure, ma così, sei proprio UN FATTONE!!
..va bè ne riparliano domani!!
(ma la bici non rimandarla a domani, pensaci intensamente!!)
^__^

Casa Russia ha detto...

La elle sta esattamente sotto la o, ne deduco che il sta per io, quindi sarà stato "io faccio una magiaaa" o qualcosa del genere.
Comunque sul rimandare a domani è un problema serio da sempre per me e l'autoironia risulta fondamentale come mezzo di spronamento. Ovviamente non sono così fattone come dico, o almeno lo spero, quello della fattanza/latitanza effettivamente è la mia metafora preferita. Quando si parla di cannabis non si ha in mente solo i fattoni perdigiorno con gli occhi rossi che ridono, rappresenta tutto un mondo differente alle logiche e i costumi culturali e statali.
A tal proposito consiglio a tutti una lettura originale ma piena di saggezza, si intitola "Campa cavallo che l'erba cresce". Assicuro una lettura più che interessante.
Oggi ho fatto una cosa che rimandavo da esattamente tre settimane. Miglioro.
In fine, Bak ha assolutamente ragione. E' vero che basta desiderare ardentemente una cosa solo per otttenerla, se cio non succede evidentemente non serviva. In ogni caso sono uno che ha parecchia pazienza...

Anonimo ha detto...

I am not technology savvy and my dad gave me a hiphone for my 21st birthday. However, I know that it's not an iphone but just looks like it. But what are some good features about it versus the iphone?



________________
[url=http://unlockiphone22.com]unlock iphone[/url]