giovedì, ottobre 25, 2007


Mi capita spesso che il momento più bello della giornata sia quello in cui mi infilo nel letto la sera. Capita quando al rientro trovo le coperte disfatte dal mattino e scivolo nuovamente, riempiendo la sagoma sotto la coperta, così come lo avevo lasciato al mio ultimo risveglio. E' un po' come tornare all'utero materno o di abbracciare qualcuno nel sonno, di cui forse si sente la mancanza o forse no.
Capita quando nella stessa giornata vai alla ricerca di mille risposte, di piccole cose o di cose grandi, tipo un cruciverba o la pace nel mondo, ma l'unica risposta che ottieni è:
"pò esse che è così o pò esse che nun è così...".

10 commenti:

danDapit ha detto...

"pò esse che è così o pò esse che nun è così..." -> Cosa?
Può essere che torni all'utero materno, oppure no?
Dai!!!!
quell'infilarsi nel letto, così come lo hai lasciato è così rifocillante... fa sentire come un animaletto che va a raggomitolarsi nella sua cuccia, è rassicurante!
Ed è così. Non che sia così sì, oppure no!
Un abbraccio nel sonno di cui si sente la mancanza oppure no... se è inverno la senti, se è estate di meno! ^__^
Non è così? può essere?
ma tu sei sicuro di essere Casa Russia?
"pò esse che è così o pò esse che nun è così..."
;-*

haikel.bak@gmail.com ha detto...

po esse pure che per modo di dire si scriva per intero cio' che intero non e'
PO-S
chissacchevvordi' ...
Il dialetto e' una brutta bestia. Anche in russo sei dialettale? Oppure semplicemente purista e sottotitolato per i non udenti?

O<-<

Casa Russia ha detto...

Brava Danda
hai centrato perfettamente il senso.
Però non farei differenza tra inverno e estate, sul fatto di casarussia si potrebbe anche discutere...
Bak
Sofia dice che le piaccio così, caprone ed ignorante come sono. Non vorrei deluderla! ha ha ha ha

haikel.bak@gmail.com ha detto...

ps. comunque cronache low cost non va avanti ... almeno commenta, modera, incazzati ...

Casa Russia ha detto...

non accetto provocazioni dall'uomo che mi ha mostrato il potere
non dimenticarlo
e ascoltalo

тхиаго ha detto...

bello griggy, lavori troppo questi giorni... certo e bello dormire pero pure la giornata puo essere carina no?
parto sabato, una settimana in un paese strano hehe speriamo bene!

haikel.bak@gmail.com ha detto...

hai ragione, scusa.
il fatto e' che sono depresso, e non lo dico per vantarmi ma bensi' per stancarmene prima ... vorrei farmi una canna d'erba ma non so se sia la soluzione.
mah

Anonimo ha detto...

ma se metto il mondo in lavatrice si restringe?

Casa Russia ha detto...

Prova a eliminare tutto i sudiciume. Lava il tuo mondo dalle macchie e stendilo bene per evitare pieghe. Vedi come si restringe e quando ti infili nuovamente in esso verdai come ti sta bene. Hai ragione, il mondo è come una maglietta, più la indossi e più si logora.
Ne deduco che l'armadio sia un piccolo universo e che nel mio il big bang ha eluso ogni concezione del tempo.
Caro anonimo, nella vita l'importante è non accumulare magliette, scegliene una che ti piace e lavala con cura affinchè duri nel tempo.

Anonimo ha detto...

Caro Greg,
la maglia l'ho scelta con cura, un po' monastica, ma ben attillata. Le macchie affiorano lo stesso. E giù via a sgrassare, sgrassare...poi ho deciso di togliere via i vestiti e ... va meglio.
Se tu non fossi casarussia saresti comunque casanostra.
p.s.
x Haikel: come stai?